UNA NUOVA ROUTINE SPORTIVA

Anche se tutti (chi più chi meno) abbiamo imparato ad allenarci a casa in modalità differenti dai nostri training abituali, dobbiamo ammettere che l’emergenza COVID ci ha messi di fronte ad una nuova routine sportiva.

Basti pensare a chi si allenava regolarmente in piscina o chi vive di running, agli atleti di triathlon, dai “bodybuilders”, ai “crossfitters”, tutti costretti a rivedere le proprie “tabelle di marcia”. L’allenamento, è cambiato e per forza di cose, così anche le nostre esigenze alimentari.

La fase 2

Ma ora è il tempo della tanto aspettata FASE 2 …. dove, con le dovute accortezze e consapevolezze, possiamo (aimè ancora non per tutti) riprendere le nostre routine sportive. In tutte queste continue evoluzioni, la nostra alimentazione deve necessariamente subire il giusto cambiamento

PER CONSENTIRE AL NOSTRO CORPO E ALLA NOSTRA MENTE DI MANTENERE UNO STATO DI SALUTE E CONCENTRAZIONE OTTIMALI

per garantire efficienza nella performance.

Difficile generalizzare, soprattutto in ambito sportivo in quanto ogni sport ha le sue caratteristiche “energetiche”. Inizieremo a riprendere sport all’aperto e questo, dopo quasi due mesi di allenamenti in casa, unito al cambio stagionale, può causare problemi di recupero idrico e insorgenza rapida della fatica. Quindi cerchiamo di garantire al nostro organismo un’assunzione di 2L di acqua al giorno, verdura di stagione a pranzo e cena e frutta di stagione (senza esagerare), sfruttandola come fonte di recupero glucidico post-allenamento. Una vera e propria scorpacciata di vitamine, minerali e antiossidanti che ci aiuterà a gestire meglio i continui cambi subiti in questo periodo.

 

E a proposito della vostra massa muscolare?

Cerchiamo di preservarla il più possibile soprattutto per chi non ha possibilità di utilizzare adeguati carichi per una giusta stimolazione. Adeguate fonti proteiche (animali e vegetali) ci garantiscono il mantenimento di un buon turnover proteico e quindi un corretto sostentamento della nostra muscolatura NECESSARIA per tutti gli sport… per tutte le età.

Se siete ancora “costretti” a mantenere un allenamento con ridotto dispendio energetico bisogna adattare necessariamente il piano alimentare. Il che non significa un taglio drastico delle calorie o ancor meno digiunare ma riduzione delle quote glucidiche in particolare degli ZUCCHERI SEMPLICI E DEI GRASSI SATURI. Se nel periodo di quarantena ci siamo concessi troppi stravizi, è arrivato il momento di riprendere in mano la situazione e rimettere in campo tutte le buone abitudini alimentari che avevamo (se le avevamo) e per chi non le ha mai avute non è mai troppo tardi per iniziare!!!

 

Non improvvisare

Uno dei consigli più importanti che mi sento di dare è non improvvisare; gli eccessi e le eccessive restrizioni sono due facce della stessa medaglia, che non dovremmo mai portare al collo.

 

Buon appetito!
Carlotta Rossi
Biologa nutrizionista

 

×