4 Maggio. 🏃‍♂️🏃‍♂️🏃‍♂️

Finalmente il giorno che molti di noi aspettavano è arrivato e potremo riprendere le nostre corse!!!
Per molti sono passati due mesi dall’ultimo allenamento sulla corsa, mesi dove qualcuno ha cercato di arginare i “danni” con allenamenti alternativi a casa, altri che hanno smesso ogni attività, ma sicuramente tutti riprenderanno a correre.

Come programmare la ripresa? Cosa è cambiato? 

Purtroppo per chi non ha continuato le attività di corsa non si potrà ricominciare come niente fosse, ma anche chi ha cercato di arginare dovrà avere molte accortezze.
Il consiglio è di utilizzare Maggio come mese della ripresa. Dovrà essere utilizzato come un periodo di fondo, la qualità sarà ridotta, dove andremmo a ossigenare la muscolatura e adattarci gradualmente allo stress muscolare della corsa senza superare “mai” il nostro limite.

 

Come capire qual è il nostro limite?

Nella programmazione, a farla da padrone, sarà il tempo sotto stress a cui sottoporremo il nostro corpo. Se si è rimasti attivi in questa quarantena, allenandosi anche tutti i giorni, avremo più disponibilità di tempo da poter riportare sulla corsa.
Diciamo che un runner consolidato che riprende dopo mesi di attività alternative potrebbe ripartire anche con 65/75% del carico pre-quarantena, mentre un amatore che riprende le sue 3/4 volte a settimana dovrà solo preoccuparsi di non eccedere nello stress del singolo allenamento, evitando fondi e qualità prolungati.

Dovremmo affidarci al nostro buon senso, se ci affidiamo a noi stessi, perchè in questi casi la voglia di tornare in forma sicuramente è tanta ma non essendoci gare a breve termine la cosa migliore è recuperare con tutta calma senza andare incontro ad ulteriori intoppi.

 

Buone corse!
Matteo Pelizza
Coach del Team Was

×